Tania Tullo

Artista

Tania Tullo è nata e vive a Bari, città che le dona ispirazione quotidianamente e che considera terra salda sotto i piedi. Artista e grafica si diploma in Graphic Design Advertising presso l’“Università Europea dell’Immagine di Bari”. Dopo i primi studi, nel 2010 collabora con Puglia Sound. Nel 2011 avviene l’incontro con Enzo Varricchio, presidente del “Centro Studi di Diritto delle Arti”, con cui collaborerà per curare la parte grafica del romanzo “Quell’estate prima della fine del MONDO”. Nel 2012 si diploma in Motion Design presso “Cfp Bauer” di Milano che la farà approdare alla collaborazione con lo studio “Origoni e Anna Steiner Architetti associati”, dove curerà la comunicazione e la grafica della mostra sul “KITSCH” di Gillo Dorfles, presentata presso la Triennale di Milano. Dopo gli anni di esordio, nel 2015 avviene l’atterraggio sul vastissimo pianeta dell’Illustrazione, non abbandonando mai la grafica e intraprendendo in parallelo la cura della comunicazione del collettivo “Factor Hill” di cui è una dei soci fondatori, insieme ad Alessandra Gaeta. Nello stesso anno cura le visual proiezioni e l’editing di “Padre Terra” di Francesca Brollo presso il Teatro “Margherita” di Bari. Nel 2018, e successivamente nel 2020, curerà le copertine di due opere letterarie di Annamaria Pazienza, edite “Eretica Edizioni”: “Mi ridai un po’ di blu?” e “Digrignare fa male alla mascella”.

Famelica divoratrice di sogni, Tania Tullo, impugna acquerelli e carbothelli per aprire squarci sui suoi mondi segreti. Si nutre di metafore mentre sguazza nel suo elemento vitale, l’elemento più dinamico, instabile, inafferrabile di tutti: il Blu.

Tania Tullo was born and still lives in Bari, a city which inspires her every day and that she considers as a solid ground under her feet. She is an artist and graphic designer. She has graduated in Graphic Design Advertising at “Università Europea dell’Immagine di Bari”. After her first studies, in 2010 she collaborated with Puglia Sound. In 2011 she met Enzo Varricchio, president of “Centro Studi di Diritto delle Arti”, with whom she worked together taking care of the graphic part of the novel “Quell’estate prima della fine del MONDO”. In 2012 she graduated in Motion Design at “Cfp Bauer” in Milan which will lead her to the collaboration with the studio “Origoni and Anna Steiner Associated Architects”, where she dealt with the communication and graphics of the exhibition “KITSCH” by Gillo Dorfles, presented at the Triennale in Milan. After the years she started, in 2015 she landed on the vast planet of Illustration, never abandoning graphics and simultaneously taking charge of “Factor Hill” communication, a collective of which she is one of the founding members together with Alessandra Gaeta. In the same year she took care of the visual projections and editing of “Padre Terra” by Francesca Brollo at the “Margherita” Theater in Bari. In 2018, and again in 2020, she looked after the covers of the two literary works by Annamaria Pazienza, published by “Eretica Edizioni”: “Mi ridai un po’ di blu?” And “Digrignare fa male alla mascella”. Hungry eater of dreams, Tania Tullo holds water colours and carbothelli in order to open glimpses over her secret worlds. She feeds on metaphors wallowing in its vital element, the most dynamic, unstable, elusive element of all: the Blue.

GALLERY

0